NEL VORTICE DI ANTYCHITHERA


CADMAEL E LE SUE AVVENTURE

NEL VORTICE DI ANTICHYTHERA – 7° avventura

Tic Tac Tic Tac Tic Tac… questa volta il ticchettio era ancora più veloce e Cadmael si alzò perché voleva capire cosa stesse succedendo. Dory lo seguì volteggiando nell’aria mentre scendeva le scale. In cucina il fuoco scoppiettante nel camino rilasciava un piacevole tepore. La mamma metteva i piatti in tavola e il papà aggiustava una sedia ed entrambi i suoi genitori erano così assorbiti nelle loro faccende che non lo videro arrivare. Cadmael guardò subito la statua in bronzo con l’orologio: Tic Tac Tic Tac Tic Tac…il ticchettio stava rallentando adesso. Come era possibile? Un fulmine squarciò il cielo seguito da forte un tuono che lo fece sobbalzare e si ritrovò seduto per terra dallo spavento.

NEL VORTICE DI ANTYCITHERA

Immagine 1 di 2

Raggiunse la cima della collina, lanciò le sue cose sul prato sotto un pergolato naturale ricoperto di glicine e incominciò a correre rotolandosi tra l’erba ed i fiori profumati. Si sdraiò poi a pancia in su ad osservare l’intenso azzurro del cielo e le nuvole bianche divertendosi a giocare a vedere cambiare rapidamente le loro forme arrotondate, intravedendo la testa di un cane, un drago, un serpente con le ali, un volto di un gigante! Le nuvole viaggiavano veloci da est verso ovest sospinte dal vento. A quanta velocità andavano?