IL TEMPIO DI THANA

C’era una volta tanto tanto tempo fa una terra chiamata Thanaland. Si diceva che lì ci  fosse un maestoso tempio tutto d’oro all’interno del quale era conservata la sfera della conoscenza umana. L’edificio era così ben nascosto da una fitta vegetazione che nessuno riuscì mai ad avvicinarsi. La custode del tempio era una fanciulla  di nome Thana che possedeva il dono di tutti gli incantesimi! Thana era la figlia della Luna:  poteva uscire dal tempio solo di notte e la luce che emanava dalla sua figura  era sufficiente per trasformare in pietra qualsiasi essere vivente che incontrava. In molti tentarono di avventurarsi in quel luogo spinti dalla bramosia di ricchezza, ma non fecero più ritorno. Nessuno quindi osava più spingersi oltre quella fitta vegetazione perché temeva quello che poteva capitargli. Il tempio è rimasto sempre nascosto.”
Quell’estate era particolarmente calda: Cadmael con la sua inseparabile matita Dory passava i pomeriggi lungo le rive del Lago Ur vicino a casa. L’acqua, di un colore blu chiaro era particolarmente trasparente e, ad eccezione  di alcuni punti più bui, si poteva quasi scorgerne le profondità.



Fuori dalla porta lo accolsero i suoi genitori che erano molto stupiti di vedere tornare il loro bambino che suonava con molta padronanza uno strumento che non avevano mai visto e che ricordava un flauto la cui musica emozionante riempiva l’aria.